Perchè abitare a MIRAFIORI NORD

Circoscrizione 2

Prende il nome dal territorio di Mirafiori, il quale a sua volta lo deve a un antico castello sabaudo, detto appunto Miraflores, fatto costruire da Carlo Emanuele I nel 1585 come regalo alla moglie spagnola Caterina Michela d’Asburgo, ed andato successivamente distrutto.

Image

Il  quartiere confina a sud col quartiere Mirafiori Sud (ovvero lungo Strada del Portone-Corso Orbassano-Corso Tazzoli) a nord col quartiere Pozzo Strada-Borgata Lesna (cavalcavia sulla ferrovia Torino-Modane di via Reni-via Tirreno), a est col quartiere Santa Rita (corso Siracusa-corso Cosenza) e Lingotto (corso Unione Sovietica-corso Agnelli-corso Tazzoli), a ovest con la frazione “Gerbido” del Comune di Grugliasco (via Crea-via Allason-corso Salvemini-via Santorelli-Giardini Rinaldi/Palatucci-strada del Barocchio)

Come per buona parte dei quartieri a nord del centro di Torino, questa zona ha per lunghi anni scontato la rapida e massiccia esplosione demografica che, a partire dagli anni 50, di pari passo con la crescita – e poi il declino – della Fiat che ne ha determinato una rapida decadenza. Ora Mirafiori Nord è un’area di circa due milioni di metri quadrati e conta 25.000 abitanti.

A partire dal 1995 in poi, fino al 2009, l’intero quartiere è stato oggetto di revisione e riqualificazione, a partire con il rifacimento dell’antica cascina Gajone in via Guido Reni, poi con la cascina Roccafranca in via Rubino, la realizzazione del “parco lineare” di corso Tazzoli e, infine, di non meno importanza l’interramento della linea elettrica aerea che permetterà il definitivo smantellamento dei tralicci.

Tutte queste iniziative fanno parte del progetto comunale Urban 2 – finanziato dall’Unione Europea – con l’intento dichiarato di intervenire per l’ampliamento degli spazi verdi, della mobilità sostenibile e qualità ambientale e iniziative culturale e sostegno sociale. Negli ultimi tre anni Mirafiori Nord è stato oggetto degli interventi del comune per la messa a dimora di seicento nuovi alberi di fronte all’inceneritore del Gerbido.


E’ cronaca degli ultimi tempi la soluzione – finale, sperano i residenti – dello sgombero definitivo, iniziato nel 2018, e della pulizia del campo rom di corso Tazzoli.

In questo quartiere, per gli appassionati delle feste popolari, e del Carnevale in particolare, l’appuntamento irrinunciabile è con Carnevalando, giunto ormai alla sua decina edizione, che si snoda su corso Orbassano tra Piazza Pitagora e Piazza Omero.

Il mercato coperto di via Don Grioli e quello principale: sotto la stessa tettoia si svolge, due domeniche al mese, anche il Mercatino tematico dell’usato.

Image

A Mirafiori nord i prezzi si aggirano, con alcune variazioni, tra i € 1.100,00 €/mq per le abitazione economiche fino ai 2.600,00 €/mq per le abitazioni in ottimo stato.

A completare il rilancio del quartiere, come per tutti quelli che ne saranno attraversati o lambiti, la linea due della metropolitana che, stando al progetto, passerà lungo corso Orbassano per terminare la sua corsa nell’omonima cittadina.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi